Vittorie al Tar: Punteggio errato nelle Graduatorie

docenti precari partecipazione concorso straordinario 2019-20
Partecipazione al Concorso Straordinario
21 Novembre 2019
Punteggio errato nelle graduatorie vittorie al Tar

Per i ricorrenti riconosciuto il “giusto” punteggio oltre al compenso economico spettante

Numerosi gli errori nell’attribuzione dei punteggi relativamente ai concorsi 2016 e 2018 ma anche in fase dell’ultimo aggiornamento delle GAE e della prima fascia delle GI.

A tal proposito gli avvocati Paolo Zinzi e Antonio Rosario Bongarzone, legali di ricorsiscuola.it hanno aperto ulteriori ricorsi a tutela di quei docenti cui è stato attribuito un punteggio inferiore rispetto a quello spettante, che è possibile consultare al link > Errori Graduatorie Punteggi Concorso Scuola

in effetti, il ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca al momento della pubblicazione delle graduatorie non ha riconosciuto ai docenti che hanno partecipato ai concorsi, il diritto all’attribuzione del servizio prestato, dei titoli acquisiti e dunque, nonostante i formali reclami inviati dagli stessi docenti, ha attribuito un punteggio sbagliato con evidenti effetti sia in termini di ritardo nell’immissione in ruolo sia in termini economici.

È fondamentale chiarire che, dal momento della pubblicazione della graduatoria è possibile effettuare il ricorso innanzi al tribunale amministrativo regionale entro 60 giorni ovvero ricorso straordinario al presidente della Repubblica entro 120 giorni dalla pubblicazione del provvedimento. Eventuali diffide, richieste di accesso agli atti o chiarimenti non interrompono i termini per il ricorso.

Gli effetti negativi per quanti sono in tale situazione sono assoluti sia in termini di posizionamento utile per l’assunzione a tempo indeterminato che per quanto concerne gli insegnanti in prima fascia con la mancata o tardiva attribuzione di supplenze. Lo studio legale B&Z degli avvocati Bongarzone e Zinzi hanno fatto valere le ragioni dei ricorrenti con il tribunale amministrativo che ha accolto la tesi dei legali di ricorsiscuola.it

A seguito delle sentenze gli stessi insegnanti hanno visto l’assegnazione del punteggio spettante oltre al riconoscimento del “danno” economico subito in virtù di una posizione peggiore proprio in relazione al punteggio corretto.

<Alcune sentenze ottenute e ormai passate in giudicato emesse dal tribunale amministrativo regionale del Lazio hanno di fatto riconosciuto il diritto per il ricorrente alla rettifica del punteggio errato rispetto alle graduatorie dei concorsi scuola del 2016 e del 2018 – hanno spiegato gli avvocati Bongarzone e Zinzi – per i ricorrenti ne sono conseguiti risultati immediati. Abbiamo proposto un ricorso articolato ed abbiamo ottenuto giustizia per numerosi docenti penalizzati da attribuzione di punteggi errati per difetto>.

Al ricorso possono aderire gratuitamente anche coloro che hanno un reddito inferiore ai 10 mila euro in virtù del gratuito patrocinio con ulteriori informazioni che gli interessati possono reperire cliccando sul seguente link > Gratuito Patrocinio

Chi può aderire al Ricorso?

Al ricorso possono aderire quanti hanno constatato l’attribuzione di punteggi errati sia per i concorsi 2016 e 2018 che nelle graduatorie di circolo e di Istituto.

Lascia un commento