RICORSO PUNTEGGIO PARITARIA GRADUATORIE ATA

RICORSO TFA SOSTEGNO
9 Ottobre 2018
Riconoscimento titolo estero concorso scuola 2018
RICORSO RIGETTO RICONOSCIMENTO TITOLO ESTERO ROMANIA
18 Settembre 2018

Sono aperte le adesioni al ricorso per il riconoscimento del servizio prestato presso la scuola paritaria al pari di quello prestato nella scuola statale in favore del personale Ata.

Il servizio prestato quale assistente amministrativo, collaboratore scolastico e assistente tecnico presso la scuola paritaria viene valutato la metà rispetto a quello prestato nella scuola statale.
Coloro che sono inseriti nelle graduaotorie di circolo e di istituto come personale ATA, che hanno effettuato servizio presso la scuola paritaria ottengono, per ciascun anno di servizio, 3 punti invece che 6.
Dunque, al personale Ata (assistente amministrativo, collaboratore scolastico, cuoco, guardarobiere, infermiere) che ha prestato servizio nella scuola statale, infatti, gli viene attribuito un punteggio pari a 0,50 per ogni mese di servizio quindi per un totale di 6 punti per ogni anno di servizio. Invece, al personale ATA che ha prestato servizio nelle scuole paritarie è attribuito un punteggio pari a 0,25 per ogni mese di servizio quindi per un totale di 3 punti per ogni anno di servizio.
Così il bando di aggiornamento delle graduatorie di terza fascia Ata: “Qualora il servizio sia stato prestato in scuole pareggiate o legalmente riconosciute o in scuole elementari parificate o in scuole paritarie il punteggio è ridotto della metà”.
La discriminazione operata dal Ministero dell’Istruzione, con la pubblicazione del D.M. 647 del 30.08.2017, è profondamente illegittima.
La disposizione ministeriale si pone in palese contrasto con la normativa primaria e con le numerorissisme decisioni della Giuriprudenza di merito e amministrativa tesa a riconoscere la totale eguaglianza al servizio prestato nelle varie tipologie di istituzioni scolastiche.
Il ricorso, ha come obiettivo principale quello di accertare e dichiarare l’illegittimità della condotta del ministero nella parte in cui esclude il riconoscimento, finì del punteggio, del servizio prestato nella scuola paritaria.
L’attribuzione di maggior punteggio potrebbe significare, necessariamente, maggiori sbocchi professionali in ordine all’accesso ad incarichi di supplenza in quanto potrebbero essere scavalcati colleghi con punteggio più alto, beneficiando dell’intero riconoscimento del servizio prestato nella scuola paritaria.

Si precisa che il ricorso è rivolto anche in favore di coloro che non hanno ottenuto alcun riconoscimento di punteggio in quanto l’Istituto paritario non ha adempiuto al versamento dei contributi presso l’Inps o altri istituti di previdenza. Tale richiesta è certamente illegittima in quanto determina un obbligo a carico del lavoratore già danneggiato dalla condotta della scuola paritaria.

Cosa occorre per partecipare al ricorso?

Per partecipare al ricorso è necessario essere in possesso di un certificato che attesti lo svolgimento del servizio prestato nella scuola paritaria e l’attestazione che, al momento del conseguimento del titolo, la scuola era riconosciuta quale “scuola paritaria”.

MOTIVI DEL RICORSO. PERCHE’ FARE RICORSO?

Il ricorso ha come obiettivo:

  • Il riconoscimento del punteggio della scuola paritaria al pari di quello della scuola statale e, dunque, l’attribuzione di 6 punti per ciascun anno di servizio in luogo di 3.

CHE TIPO DI RICORSO VERRA’ ATTIVATO?

Lo studio legale proporrà un ricorso singolo innanzi al Tribunale del Lavoro.


CHI PUO’ ADERIRE AL RICORSO? A CHI E’ RIVOLTO?

Il ricorso è rivolto a docenti già inseriti nelle graduatorie di circolo e di istituto del personale Ata
che abbiano svolto servizio presso la scuola paritaria (indipendentemente dall’assolvimento, da parte di essa, delle prestazioni previdenziali).


TERMINI DI ADESIONE:

Le adesioni sono aperte.


QUANTO COSTA ADERIRE AL RICORSO?

L’adesione al ricorso ha un costo di euro 350,00 comprensiva di Iva e Cpa, oltre al costo del contributo unificato, pari ad euro 259,00 (il costo del contributo unificato va corrisposto soltanto nel caso in cui il reddito familiare del ricorrente e dei familiari convienti superi la cifra di euro 34.8107,72


DOCUMENTI RICHIESTI PER ADERIRE AL RICORSO

Apri STEP 1:
Scarica il seguente documento, stampa, compila e firma in ogni parte tutti i documenti presenti (Tipologia di ricorso, Informativa e consenso privacy, Scheda cliente; Procura alle liti (ossia la delega agli avvocati).
Stampare e firmare in doppia copia e inserire nel plico da inviare a mezzo posta raccomandata A/R all’indirizzo Avv. Paolo Zinzi c/o Avv. Antonio Rosario Bongarzone, Via Siracusa, 5 – Isola del Liri – 03036(FR).

Apri STEP 2:
​Inserisci, nel plico, anche i seguenti documenti:

  1. Documento riguardante la tipologia di ricorso;
  2. Procura alle liti;
  3. Autorizzazione trattamento dati personali e newsletter;
  4. Scheda cliente; STEP 2
  5. Copia documento di identità e del Codice Fiscale;
  6. Copia titolo per l’inserimento in terza fascia;
  7. Copia certificato svolgimento servizio nella scuola paritaria;
  8. Documentazione attestante il requisito della scuola paritaria;
  9. Copia domanda di inserimento in terza fascia;
  10. Copia graduatorie di circolo e di istituto;
  11. Eventuale documentazione attestante l’adempimento delle prestazioni previdenziali da parte degli Istituti paritari.


Apri STEP 3:

In caso di reddito familiare inferiore a 34.107,72 euro e compilare il modello di esenzione del pagamento del contributo unificato (Scaricabile Qui) – Effettuare il bonifico di euro: 350,00. Tale documento va compilato in duplice copia ed inserito nel plico da inviare a mezzo raccomandata unitamente alla copia del bonifico effettuato.
In caso di reddito familiare superiore ad euro 34.8107,72, effettuare il bonifco dell’importo complessivo di euro 350,00 oltre euro 259,00 per un totale complessivo di euro 609,00.
Il bonifico va effettuato alle coordinate Iban IT29P0760114800001042155349 Intestatario: B&Z Società tra avvocati s.r.l. – Conto BancoPosta n.: 001042155349
Causale: Codice Fiscale + Ricorso Ata servizio paritaria + Nome e Cognome del ricorrente.
COMPILA IL FORM CON I TUOI DATI
Inserire nel plico la copia del bonifico effettuato.

Il mancato invio di tutta la documentazione determina l’impossibilità di procedere al ricorso e lo studio legale è sollevato da qualsiasi responsabilità in caso di mancato invio della documentazione nei termini richiesti.

In caso di esito negativo del ricorso, il Tribunale potrebbe condannare il ricorrente alla refusione delle spese legali nei confronti del MIUR: in altre circostanze, in caso di rigetto, le spese sono state compensate visti i precedenti giurisprudenziali favorevoli, ma non è possibile a priori escludere tale eventualità.

INVIARE I DOCUMENTI IN FORMA CARTACEA A MEZZO RACCOMANDATA A/R all’indirizzo: Avvocato Paolo Zinzi c/o Studio Legale Avv. Antonio Rosario Bongarzone, Via Siracusa, 5 – 03036 – Isola del Liri (FR)

SIA IN MODALITA’ TELEMATICA MEDIANTE INVIIO A MEZZO POSTA ELETTRONICA AL SEGUENTE INDIRIZZO ricorsiscuola.info@gmail.com AVENDO CURA DI SCANSIONARE CIASCUN DOCUMENTO RICHIESTO IN UN FILE .PDF SEPARATO (Es. Scaricare il documento ”Informativa Privacy”, stamparlo e scansionarlo e creare un file .pdf chiamato ad esempio “Informativa Privacy.pdf”).


COMPILA IL FORM CON I TUOI DATI
Ti segnaliamo che sulla nostra pagina Facebook Ricorsiscuola verranno pubblicati aggiornamenti e novità in merito al ricorso.

N.B. Il mancato invio di tutta la documentazione determina l’impossibilità di procedere al ricorso e lo studio legale è sollevato da qualsiasi responsabilità in caso di mancato invio della documentazione nei termini richiesti.​
In caso di esito negativo del ricorso, il Tribunale potrebbe condannare il ricorrente alla refusione delle spese legali nei confronti del MIUR: in altre circostanze, in caso di rigetto, le spese sono state compensate visti i precedenti giurisprudenziali favorevoli, ma non è possibile a priori escludere tale eventualità.



​Per ulteriori informazioni, si prega di inviare una mail all’indirizzo ricorsiscuola.info@gmail.com inserendo come oggetto “RICORSO PUNTEGGIO PARITARIA GRADUATORIE ATA”.

Lo studio collabora con l’associazione MSA Service che offre assistenza in merito alla compilazione della modulistica informazioni generali e per informazioni contattare il numero 392.6225285

​Avv. Antonio Rosario Bongarzone
Avv. Paolo Zinzi