RICORSO AGGIORNAMENTO GRADUATORIE ATA

ricorso ricostruzione della carriera preruolo docenti diritti
RICOSTRUZIONE CARRIERA PRERUOLO
21 Dicembre 2017
DIRIGENTI SCOLASTICI – RIA
20 Dicembre 2017

Il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca ha pubblicato, in data 01.12.2017 il Decreto Ministeriale n. 974/2017 rinviando l'aggiornamento delle Graduatorie Ata e disponendo la validità ed efficacia delle graduatorie 2014/2017 sino all'intero anno scolastico 2017/2018. La motivazione del provvedimento amministrativo non è, ad avviso degli scriventi, esente da vizi logici.

Ricorso mancato aggiornamento graduatorie personale Ata

MOTIVI DEL RICORSO:

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha pubblicato, in data 01.12.2017 il Decreto Ministeriale n. 974/2017 rinviando l’aggiornamento delle Graduatorie Ata e disponendo la validità ed efficacia delle graduatorie 2014/2017 sino all’intero anno scolastico 2017/2018. La motivazione del provvedimento amministrativo non è, ad avviso degli scriventi, esente da vizi logici.

La condotta posta in essere dal Miur è meritevole di essere accertata giudizialmente.

Lo studio legale Bongarzone-Zinzi ritiene che tale presunta illegittima condotta da parte dell’Amministrazione possa essere fonte di danno nei confronti di tutti coloro che aspirano, legittimamente, a prestare servizio presso la Scuola Statale.

 

TIPOLOGIE DI RICORSO:

Lo studio legale propone due distinte tipologie di ricorso.

a) Ricorso innanzi al TAR del Lazio, per l’impugnazione del D.M. 974/2017 e degli atti successivi, connessi e conseguenziali.

Il ricorso si attiverà al raggiungimento di un numero minimo di 10 ricorrenti.

Potranno partecipare al ricorso tutti coloro che faranno pervenire la documentazione in formato elettronico a mezzo email e in formato cartaceo entro e non oltre il 25/01/2017 (data di ricezione del plico).

Il ricorso ha un costo di euro 150,00.

b) Ricorso innanzi al Tribunale ordinario in funzione di Giudice del lavoro. Non sono previsti, per ora, termini di scadenza.

Il Tribunale competente si individua sulla base del Comune ove il ricorrente ha presentato la domanda di inserimento nelle graduatorie di circolo e di istituto.

Il ricorso ha un costo di euro 350,00 oltre ad euro 200,00 in caso di esito positivo del ricorso.

 

E’ possibile partecipare ad entrambi i ricorsi?

Sì. E’ possibile partecipare ad entrambi i ricorsi.

 

IMPORTANTE: E’ OPPORTUNO, PRIMA DI PARTECIPARE AL RICORSO SINGOLO AL GIUDICE DEL LAVORO, DI SCARICARE, COMPILARE, STAMPARE ED INVIARE (A MEZZO PEC O A MEZZO RACCOMANDA A/R) LA DIFFIDA (LINK) CONSERVANDO COPIA DELLA LETTERA INVIATA E DEI RELATIVI DOCUMENTI ATTESTANTI L’AVVENUTO INVIO DELLA MISSIVA.

La diffida deve essere indirizzata al Ministero dell’Istruzione, all’Ufficio Scolastico Regionale e Provinciale nonché all’istituto capofila ovvero all’istituto scolastico che ha preso in carico la domanda di inserimento in graduatoria di circolo e di istituto.

 

CHI PUO’ ADERIRE AL RICORSO:

Possono aderire al ricorso tutti coloro che abbiano presentato domanda di inserimento nelle graduatorie di circolo e di istituto valide per il triennio 2017/2020.

 

I DOCUMENTI RICHIESTI . COSA OCCORRE PER ADERIRE AL RICORSO.

1. Informativa e consenso privacy (scaricabile qui);

2. Copia documento di identità e del Codice Fiscale;

3. Scheda cliente (scaricabile qui);

4. Diploma di scuola superiore;

5. Procura alle liti (ossia la delega agli avvocati, scaricabile qui). Stampare e firmare in doppia copia.

6. Effettuare il pagamento

– di 150,00 euro in caso di adesione al ricorso collettivo al Tar del Lazio) alle coordinate IBAN IT68D0760114800001030613499 – Intestatario: Paolo Zinzi – Causale: Ricorso Ata Tar Lazio + nome e cognome del ricorrente;

– ovvero di euro 300,00 in caso di adesione al ricorso singolo al giudice del lavoro oltre ad euro 259,00 in caso di pagamento del contributo unificato;

7. In caso di reddito familiare inferiore a € 34.107,72, nell’anno 2016, compilare il modello di esenzione del pagamento del contributo unificato (scaricabile qui);

8. Copia del bonifico effettuato;

9. Copia della diffida (scaricabile qui) con la cartolina di spedizione o documenti attestanti l’invio e/o la ricezione della stessa;

10. Copia della domanda di inserimento in graduatoria e dei certificati attestanti i titoli in possesso del ricorrente nonché dei corsi cui lo stesso ha partecipato;

11. Contratto di determinazione del compenso scritto (sarà inviato al docente a mezzo e-mail successivamente all’invio della documentazione richiesta ai punti precedenti e solo nel caso di adesione al ricorso al giudice del lavoro).

​​

Tale documentazione dovrà essere inviata inderogabilmente:

  • in formato digitale (file .pdf) all’indirizzo email ricorsiscuola.info@gmail.com con oggetto “Documenti ricorso Ata 2018” ;
  • in formato cartaceo a: Avvocato Paolo Zinzi c/o Studio Legale Avv. Antonio Rosario Bongarzone, Via Siracusa, 5 – 03036 – Isola del Liri (FR).

 

Il mancato invio di tutta la documentazione a mezzo email (all’indirizzo ricorsoclasse66@gmail.com) e a mezzo posta ordinaria, determina l’impossibilità di procedere. Lo studio legale è sollevato da qualsiasi responsabilità in caso di mancato invio della documentazione nei termini richiesti.​

 

Per ulteriori informazioni, si prega di inviare una mail all’indirizzo ricorsiscuola.info@gmail.com indicando nell’oggetto “Ricorso Ata 2018”.

 

Avv. Antonio Rosario Bongarzone

Avv. Paolo Zinzi

Dott. Christian Ferrari