MISURE COMPENSATIVE ABILITAZIONI ROMANIA

ricorso errori punteggi graduatorie permanenti personale ATA
RICORSO ERRORI PUNTEGGI GRADUATORIE PERSONALE ATA
13 Agosto 2021
Ricorso Misure Compensative Abilitazione Romania | Ricorsi Scuola

Con recente sentenza ottenuta dal nostro studio il Tar ha annullato il provvedimento di riconoscimento di un titolo rumeno laddove ha previsto le misure compensative di 300 ore per anno.

(Leggi di più > Annullate le Misure Compensative Abilitazione Romania“)

Così la sentenza ottenuta dagli avvocati Bongarzone e Zinzi:

Appare evidente, dunque, che per qualificare come insovrapponibili in via assoluta i due percorsi formativi, così come effettuato con il provvedimento gravato, sia necessaria una motivazione particolarmente stringente, sia alla luce della giurisprudenza amministrativa sul tema, sia con riferimento alle recenti
determinazioni dell’Amministrazione che hanno ritenuto i due percorsi di studio paragonabili in concreto, tanto da indurre la stessa all’adozione di misure
compensative

Abbiamo deciso di aprire le adesioni al ricorso per l’impugnazione dei provvedimenti di riconoscimento laddove il Ministero prevede che il riconoscimento del titolo sia subordinato al superamento delle misure compensative.

Ricordiamo che è possibile proporre ricorso entro 60 giorni dalla ricezione del provvedimento di riconoscimento ovvero 120 giorni in caso di adesione a ricorso straordinario.
Il nostro percorso volto alla tutela degli abilitati in Romania, dopo aver ottenuto la prima sentenza storica in Italia che ha sbloccato le abilitazioni rumene abbiamo chiesto e ottenuto l’annullamento del provvedimento con cui il M.I. imponeva importanti misure compensative consistenti nel tirocio di 300 ore per anno.

Perché fare Ricorso? Motivi del Ricorso

Il ricorso ha come obiettivo:
a) l’accertamento del diritto dei ricorrenti di ottenere la riduzione o l’annullamento delle misure compensative relativamente al tirocinio.

Che tipo di Ricorso verrà attivato?

Lo studio legale proporrà un ricorso singolo innanzi al Tar Lazio ovvero innanzi al Presidente della Repubblica.

Chi può partecipare al Ricorso? A chi è rivolto?

Il ricorso è rivolto a tutti coloro che hanno ottenuto un decreto di riconoscimento del titolo con misure compensative.


TERMINI DI ADESIONE:

E’ possibile aderire al ricorso entro i termini previsti per l’impugnazione dell’atto amministrativo di rigetto (60 gg ricorso Tar e 120 giorni ricorso PDR). Lo studio accetterà soltanto i ricorsi dei ricorrenti che aderiranno al ricorso almeno 20 giorni prima della scadenza del termine di impugnazione (per richieste di ricorsi fuori termine contattare lo studio a mezzo mail).

QUANTO COSTA ADERIRE AL RICORSO?

Il ricorso ha un costo pari ad euro 1.000,00 oltre il costo del contributo unificato.


DOCUMENTI RICHIESTI PER ADERIRE AL RICORSO (CLICCA SU OGNI SINGOLO “STEP” DI SEGUITO)

Apri - STEP 1:
Scarica il seguente documento, stampa, compila e firma in ogni parte tutti i documenti presenti (Tipologia di ricorso, Informativa e consenso privacy, Scheda cliente; Procura alle liti (ossia la delega agli avvocati).
Stampare e firmare in doppia copia e inserire nel plico da inviare a mezzo posta raccomandata A/R all’indirizzo Avv. Paolo Zinzi c/o Avv. Antonio Rosario Bongarzone, Via Siracusa, 5 – Isola del Liri – 03036(FR).
N.B. Il mancato invio di tutta la documentazione in formato cartaceo determina l’impossibilità di procedere al ricorso e lo studio legale è sollevato da qualsiasi responsabilità in caso di mancato invio della documentazione nei termini richiesti.?
Non è possibile l’invio della documentazione a mezzo Pec in quanto lo studio ha bisogno dei documenti firmati in originale: le Pec ricevute verranno automaticamente cestinate.
Apri - STEP 2:
Inserisci, nel plico, anche i seguenti documenti:

  1. Copia documento di identità e del Codice Fiscale;
  2. Copia diploma di laurea;
  3. Copia titolo di abilitazione conseguito all’estero (certificato di Adverentia su Materia o sostegno);
  4. Copia domanda di riconoscimento titolo estero presentata al Ministero dell’Istruzione italiano;
  5. Copia decreto riconoscimento con misure compensative.

Il bonifico va effettuato alle coordinate Iban IT29P0760114800001042155349 Intestatario: B&Z Società tra avvocati s.r.l. – Conto BancoPosta n.: 001042155349 Causale: Codice fiscale + Ricorso Riconoscimento titolo estero + nome e cognome del ricorrente.

Apri - STEP 3:

  • 12) Copia del bonifico effettuato.

Il mancato invio di tutta la documentazione determina l’impossibilità di procedere al ricorso e lo studio legale è sollevato da qualsiasi responsabilità in caso di mancato invio della documentazione nei termini richiesti.

Il ricorrente dichiara di essere consapevole che l’adesione al ricorso non comporterà il rilascio di copia del ricorso che sarà, invece, consultabile presso una delle nostre Sedi.

In caso di esito negativo del ricorso, il Tribunale potrebbe condannare il ricorrente alla refusione delle spese legali nei confronti del MIUR: in altre circostanze, in caso di rigetto, le spese sono state compensate visti i precedenti giurisprudenziali favorevoli, ma non è possibile a priori escludere tale eventualità.

COMPILA IL FORM CON I TUOI DATI

Il mancato invio di tutta la documentazione determina l’impossibilità di procedere al ricorso e lo studio legale è sollevato da qualsiasi responsabilità in caso di mancato invio della documentazione nei termini richiesti.

Il ricorrente dichiara di essere consapevole che l’adesione al ricorso non comporterà il rilascio di copia del ricorso che sarà, invece, consultabile presso una delle nostre Sedi.

INVIARE I DOCUMENTI IN FORMA CARTACEA A MEZZO RACCOMANDATA A/R all’indirizzo: all’indirizzo: Avvocato Paolo Zinzi, Via Siracusa, 5 – 03036 – Isola del Liri (FR).
ATTENZIONE: STANTE L’EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA E FINO ALLA DURATA DELLA STESSA, SARA’ POSSIBILE INVIARE TUTTI I DOCUMENTI SOLTANTO A MEZZO MAIL AVENDO CURA DI SCANSIONARLI IN FORMATO PDF.
LA MAIL è: ricorsiscuola.info@gmail.com
NON APPENA TERMINATA L’EMERGENZA IL PLICO DOVRA’ ESSERE SPEDITO A MEZZO POSTA ORDINARIA.

COMPILA IL FORM CON I TUOI DATI

Ti segnaliamo che sulla nostra pagina Facebook Ricorsiscuola verranno pubblicati aggiornamenti e novità in merito al ricorso.


Per ulteriori informazioni, si prega di inviare una mail all’indirizzo ricorsiscuola.info@gmail.com inserendo come oggetto “Ricorso misure compensative” oppure contattare il numero 07761828062.

Per assistenza tecnica o informazioni generali contattare via messaggio e/o telefonata Whatsapp il numero 350.5232808

​Avv. Antonio Rosario Bongarzone
Avv. Paolo Zinzi